Sostituzione parabrezza: quanto costa e quando farla

Sostituzione parabrezza

Il parabrezza dell’auto può essere soggetto a varie tipologie di danni come crepe, rotture o semplici scheggiature. In questa guida vedremo quando è necessario provvedere alla sostituzione parabrezza e, soprattutto, quanto potrebbe costare.

Sostituzione parabrezza

La prima fondamentale premessa è quella di non sottovalutare mai anche la minima crepa sul proprio parabrezza, magari con l’intento di rinviare la sostituzione a causa dei costi elevati da dover affrontare. Infatti, anche una piccola scheggiatura potrebbe portare, nel corso del tempo, alla totale rottura del vetro anteriore dell’auto. Le cause possono essere molteplici. Dai comuni sbalzi termici o dalle temperature particolarmente rigide, che potrebbero accelerare il processo di rottura definitiva del parabrezza, fino alla comune pratica (molto sconsigliata) di gettare acqua bollente al fine di scongelare il vetro.

Oltre ai rischi legati ad una totale rottura, che potrebbe portare alla sostituzione del vetro con un aggravio di costi notevole, si potrebbe incorrere in gravi problematiche anche sotto il punto di vista del codice della strada. Secondo l’articolo 79, infatti, è prevista una multa di quasi 300,00 € per i veicoli a motore con scarsa efficienza. Per ultimo, un lieve danno sul vetro anteriore potrebbe portare al non superamento della revisione auto biennale dovuta alla scarsa visuale del guidatore.

LEGGI ANCHE: Revisione auto: scadenza, costo e sanzioni.

Tempi e costi

Se la decisione è quella di intervenire il prima possibile, potrebbe non essere necessaria la totale sostituzione, essendo sufficiente anche soltanto una riparazione del vetro. Per quanto riguarda quest’ultima tipologia di intervento, i costi variano in base all’entità effettiva del danno. Di norma può aggirarsi intorno ai 100,00 €.

Ovviamente, quando si parla di totale sostituzione del parabrezza, i costi sono lievemente superiori e variano a seconda del modello dell’auto. La soglia minima si aggira intorno ai 300,00 € mentre il costo massimo potrebbe anche superare i 1000,00 €.

Revisione Auto: scadenza, costo e sanzioni

Revisione Auto

La revisione auto è un controllo obbligatorio previsto dal codice della strada che garantisce a verificare il livello di emissioni inquinanti e le condizioni di sicurezza dei veicoli a motore. Vediamo nel dettaglio il costo e le sanzioni previste per gli automobilisti che circolano con revisione non ancora effettuata.

Revisione auto

Innanzitutto è opportuno chiarire la differenza tra la finalità della revisione e quella del tagliando. La revisione auto consiste in un check-up completo volto a verificare che i parametri siano tutti a norma di legge. Il tagliando auto, invece, consiste più in generale in una verifica approfondita dello stato di usura del veicolo in ogni sua singola parte meccanica. Il costo della revisione, effettuata presso officine autorizzate, ammonta a circa € 66,80.

Scadenza

In base all’obbligo sancito dal decreto n. 408 del Ministero dei Trasporti del 06/08/1998, la revisione dell’auto deve essere effettuata dopo 4 anni dalla prima immatricolazione entro il mese in cui fu rilasciata la carta di circolazione. Per quanto riguarda il rinnovo della revisione, invece, quest’ultima deve essere effettuata ogni 2 anni entro il mese in cui fu effettuata la prima revisione auto. Questa regolamentazione è valida per tutti i veicoli aventi una massa uguale o inferiore a 3,5 tonnellate.

Sanzioni

Le sanzioni previste per coloro che hanno omesso tale procedura sono state sancite dall’articolo 80 del Codice della strada che prevede, in tal caso, una multa che varia da € 159,00 fino ad arrivare ad € 639,00. Oltre alla multa, inoltre, è prevista la sospensione della carta di circolazione e del veicolo stesso, fino all’avvenuta definitiva della revisione.