Revisione dell’automobile: un occhio attento alla sicurezza

La revisione dell’automobile rappresenta uno dei controlli obbligatori a cui è necessario sottoporre tutti quei veicoli che circolano su strade pubbliche. Normative e regolamenti sono stabiliti in maniera rigorosa a livello statale. Si tratta di un intervento complesso che prevede l’intervento di autocarrozzerie e officine autorizzate in grado di rilasciare una specifica documentazione. Vediamo insieme tutto quello che bisogna sapere sulla revisione della propria auto.

Tempistiche per l’intervento

La revisione dell’automobile è una operazione che di norma deve essere effettuata ogni due anni. Esistono alcuni casi però in cui le scadenze differiscono! Un’automobile nuova deve effettuare la prima revisione solo dopo 4 dalla data di immatricolazione, così come se si acquista una automobile usata l’intervento sarà sempre biennale a partire dall’ultima revisione effettuata dal precedente proprietario.

Nello specifico la revisione può essere svolta presso i Centri Revisione, autorizzati specificatamente dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La nostra autocarrozzeria Baioni è uno di questi centri e sarà quindi possibile, previa prenotazione, pianificare questo controllo per la vostra auto.

A revisione conclusa verrà rilasciato un certificato attestante l’avvenuto controllo. Sarà quindi possibile controllare in maniera autonoma l’ultima revisione effettuata grazie al numero di targa del nostro veicolo o di un veicolo usato da noi appena acquistato. Una banca dati presente sul Portale dell’Automobilista ci permette di verificare la data dell’ultima revisione con esito e relativo chilometraggio a quella data.

Cosa cambia tra revisione e tagliando?

Molto spesso si fa parecchia confusione tra revisione e tagliando! Si tratta di interventi diversi, se il tagliando è un controllo di tipo generico legato al controllo dello stato d’usura del nostro veicolo, la revisione è un controllo ufficiale atto a certificare che le componenti dell’auto siano pienamente a norma di legge.

Nello specifico la revisione è legata a specifici controlli segnalati dalla Motorizzazione civile.

Si tratta di un intervento che indaga condizioni del telaio e carrozzeria così come lo stato generale di impianto elettrico, condizioni dello sterzo e dell’intero impianto frenante.

Particolare attenzione è poi legata al controllo di tutti i dispositivi di sicurezza quali cinture e airbag e soprattutto al fatto che la vettura rispetti i parametri minimi legati alle emissioni inquinanti e al rumore emesso dallo scarico.

Se devi quindi prenotare per la tua revisione o desideri maggiori informazioni, contattaci!

Crepe sul cruscotto: come si riparano?

Le crepe sul cruscotto sono uno spiacevole inconveniente in grado di compromettere estetica e funzionalità delle nostre vetture. Riparare il cruscotto non è solo necessario per una completa funzionalità della nostra auto ma permette di riportare l’estetica al suo status originale: un’auto dalle condizioni impeccabili non passa mai inosservata.

Le crepe sul cruscotto sono solite formarsi nei punti immediatamente sotto il parabrezza, sempre esposti alla luce solari. È proprio l’azione dei raggi solari a causare l’evaporazione del cloruro contenuto nelle plastiche del nostro cruscotto: il pannello tenderà quindi a perdere l’originale flessibilità diventando duro e fragile. Le naturali vibrazioni dell’auto così come le variazioni di temperatura faranno così in modo che si creino le prime crepe nei punti dove le tensioni sono più elevate. Un’azione immediata e per tempo permette di evitare che queste si possano espandere sul resto del cruscotto.

Un cruscotto danneggiato profondamente dalle crepe non può essere salvato in nessun modo se non tramite la sua sostituzione.

Eliminare le piccole crepe

L’azione su piccole crepe è molto più semplice ed efficace di quanto si possa credere. Grazie all’utilizzo di apposite resine termoplastiche e piastre riscaldanti è possibile otturare queste piccole imperfezioni con risultati sorprendenti.

La preparazione prevede il ritocco della crepa per potere applicare un apposito mastice, bisogna tagliare i bordi della crepa così da creare una base per l’utilizzo delle resine termoplastiche.

Le fessure appositamente pulite vengono sgrassate per permettere poi l’adeguata adesione delle resine termoplastiche, previo il suo riscaldamento.

Qualora le crepe fossero di dimensioni maggiori sarà possibile utilizzare una saldatrice con una apposita piastra a punta. Questa apparecchiatura agisce direttamente su una barra di resina per riempire la crepa.

Si proce quindi a carteggiare la riparazione e a un nuovo processo di pulizia.

Per eliminare ogni imperfezione estetica si procede al riempimento con il medesimo colore originale miscelato a un indurente. Questa combinazione permette di ripristinare il feeling originale, rendendo la riparazione invisibile.

Se hai notato qualche crepa sul tuo cruscotto e necessiti di una pronta riparazione, contattaci! Saremo in grado di riportare la tua auto come appena uscita dal concessionario.

Auto ferma: il problema della batteria scarica!

Negli ultimi mesi i nostri spostamenti sono stati limitati e molto spesso le nostre auto sono rimaste parcheggiate per molto tempo più del solito. I problemi, dovuti all’inutilizzo, sono dietro l’angolo! È proprio la batteria di avviamento scarica a rappresentare una delle problematiche più comuni da risolvere per tornare a sfruttare appieno il nostro veicolo.

È capitato a molti, purtroppo, di salire in auto e trovarsi a girare la chiave senza alcun risultato. La paura è dietro l’angolo: problemi meccanici, motorini d’avviamento, candele o candelette… Molto più spesso il problema è più banale di quanto si creda! Si tratta molto spesso della batteria scarica o in qualche modo da cambiare per il proprio stato di usura.

Batteria da sostituire?

È giusto controllare lo stato della nostra batteria per capire se essa vada sostituita completamente o può essere diversamente caricata di nuovo.

Un fermo prolungato dovrebbe comunque portarci a una indagine approfondita, qualora dovessimo incorrere in problemi. Contattare personale specializzato può essere la scelta giusta!

Tuttavia è bene cercare di capire autonomamente cosa ha portato la nostra batteria alle attuali condizioni e se possibile mettere in moto il veicolo per escludere problemi di diversa entità.

Abbiamo parlato di soste prolungate ma anche dimenticarsi le luci accese è un classico errore che porta allo scaricamento della batteria!

Non sono da sottovalutare poi problematiche all’alternatore che potrebbe non essere più in grado di caricare la batteria.

È bene quindi cercare di rimettere in moto il nostro veicolo: l’ideale sarebbe l’utilizzo di uno starter, strumento che collegato ai poli della batteria permette facilmente di mettere in moto il veicolo.

Altrimenti possiamo utilizzare i famosi cavi di avviamento che, grazie a un’altra automobile, ci permetteranno di mettere in moto provvisoriamente la nostra macchina.

Una volta completata la nostra valutazione, potremo finalmente capire se la carica è sufficiente o bisogna sostituire la batteria

Per ulteriori informazioni su servizi di autocarrozzeria, clicca qui!

Danni da incidente: riparare o sostituire?

Scegliere se riparare o sostituire un ricambio per un veicolo è una di quelle scelte che ci troviamo spessissimo a dover compiere dal nostro carrozziere. Cosa dobbiamo fare? Vediamo insieme qual è l’approccio migliore per avere il nostro veicolo come appena uscito dal concessionario.

Riparare o sostituire? Molto spesso è difficile capire quale fra i due differenti approcci sia migliore, per risultato estetico e per ripristinare la condizione originale della nostra auto senza compromettere sicurezza e prestazione.

È necessaria una valutazione adeguata del danno: se molto spesso le assicurazioni, responsabili dell’erogazione del credito per i lavori di carrozzeria, preferiscono la sistemazione dei danni altrettanto non si può dire di moltissimi automobilisti che vedono nella sostituzione totale del pezzo danneggiato una sicurezza migliore.

I danni più comuni, dovuti agli incidenti, portano ad evidenziare delle aree specifiche della carrozzeria.

Si tratta principalmente dei paraurti anteriori e posteriori, del portellone e di fari e gruppi ottici delle vetture.

 Da un punto di vista puramente economico, la riparazione di queste parti permette un grosso risparmio in termini di denaro. Si tratta di un approccio che favorisce economicamente tutte le parti in causa ma che richiede tempi di lavoro molto spesso prolungati e un intervento estremamente qualificato.

Fattori da considerare: la sostituzione del pezzo

Molto spesso, un’analisi accurata mette in luce come la scelta di ricambi al posto della riparazione possa essere la scelta giusta.

Quando l’area interessata dal danno è di grosse dimensioni, il ricambio è conveniente!

Si tratta inoltre di valutare l’entità stessa del danno così da non pregiudicare il funzionamento delle parti meccaniche in questione e ottenere le migliori prestazioni dalla nostra vettura.

La scelta migliore è quindi ascoltare il nostro carrozziere di fiducia che sarà in grado di proporci la scelta migliore per funzionalità e qualità

Noi di Autocarrozzeria Baioni grazie alla pluriennale esperienza della nostra attività siamo in grado di seguirvi in questa scelta, per far tornare l’auto come nuova!

Se vuoi un preventivo o ulteriori informazioni… non esitare a contattarci.

Igienizzazione e sanificazione auto: una scelta per la propria sicurezza

L’igienizzazione e sanifica della propria auto è fondamentale per mantenere gli interni della propria vettura puliti, senza cattivi odori e soprattutto asettici e senza batteri e allergeni. Vediamo insieme quali procedure sono necessarie

L’igienizzazione dell’abitacolo è una operazione molto importante per l’utilizzo giornaliero della nostra vettura. Non parliamo di una semplice pulizia degli interni come quelle praticate presso gli autolavaggi ma di una serie di operazioni, effettuate professionalmente, per pulire in profondità l’abitacolo della nostra auto.

Le procedure

Il processo di sanificazione avviene per fasi e prevede inizialmente il lavaggio dei sedili e della tappezzeria nella sua interezza. Si può utilizzare l’ozono, nello specifico, per provvedere all’eliminazione di batteri, muffe e acari. Partiamo quindi con una pulizia delle superfici con adeguati prodotti detergenti e si procede all’utilizzo di adeguati disinfettanti. Prodotti, adeguatamente studiati per la nostra auto, in grado di non lasciare tracce sui tessuti e sulle finiture.

È dimostrato come l’auto sia molto spesso un terreno fertile per la proliferazione batterica e come i germi possano popolare ampiamenti gli interni delle nostre vetture. La tappezzeria, per via della sua conformazione, è un terreno particolarmente adatto anche per la riproduzione degli acari.

Basta pensare ai tappetini dell’auto dove poggiamo le nostre scarpe per comprendere il livello di contaminazione che può raggiungere l’abitacolo di un’auto.

Molto spesso poi filtri antipolline datati e finestrini lasciati aperti permettono l’ingresso di agenti esterni quali pollini e batteri all’interno del veicolo.

Non per ultimo la presenza di animali domestici nelle vetture e il deposito quindi di peli possono rappresentare un ulteriore presenza contaminante.

È giusto igienizza l’auto per proteggerci quindi contro le allergie e per ridurre al minimo la possibilità di contrarre malattie dovute a agenti patogeni esterni.

Mantenere pulito un ambiente così soggetto a possibili proliferazioni batteriche è una scelta saggia. Per noi automobilisti e soprattutto per chi ci accompagna nei viaggi, come i nostri bambini.

Se ti interessa un servizio di sanificazione, contattaci!