Auto sostitutiva: un servizio in più dalla tua carrozzeria

L’auto sostitutiva è un servizio importantissimo visto il ruolo dell’auto oggi. Un mezzo di trasporto essenziale per le attività quotidiane a cui è ormai impossibile rinunciare.

Se siamo stati vittime di un incidente, la nostra auto deve subire urgenti interventi di carrozzeria e magari non possediamo un secondo mezzo, l’auto sostitutiva può fare al caso nostro

Sentiamo spesso parlare di auto sostitutiva ma nello specifico di cosa si tratta? Quando possiamo averne una? A chi dobbiamo rivolgerci?

L’auto sostitutiva è un auto che può essere richiesta qualora gli interventi sulla nostro veicolo richiedano una tempistica per la riparazione piuttosto lunga.

Se la nostra auto è ancora in garanzia verrà probabilmente portata per le riparazioni presso un’officina autorizzata dalla casa costruttrice. È importante allora verificare se abbiamo diritto a una vettura sostitutiva in base alle clausole contrattuali da noi stipulate all’acquisto del veicolo.

Se possiamo scegliere la carrozzeria dove far riparare il nostro veicolo, non essendo vincolati dalle clausole contrattuali della nostra assicurazione, la possibilità di ottenere una vettura sostitutiva deve essere un elemento di grande importanza da prendere in considerazione.

Grazie alle innumerevoli convenzioni con gruppi assicurativi di autocarrozeria Baioni sarà possibile sbrigare le pratiche assicurative in maniera gratuita e verificare se la nosta rc auto prevede un’auto sostitutiva.

Un timore ci allontana molto spesso dal richiedere una vettura sostitutiva: e se dovessimo essere nuovamente vittime di un sinistro?

Nessun problema, qualora la colpa non sia nostra, sarà l’officina a farsi carico del sinistro e a risarcirci nel caso di danni alla nostra persona

Una autocarrozzeria di qualità cercherà infatti di mettersi sempre a disposizione del cliente.

Autocarrozzeria Baioni si impegna a fornire una soluzione in grado di consentire, a chi si rivolge, di poter continuare ad utilizzare un auto per le proprie esigenze quotidiane.

Se sei interessato a riparare i danni della tua automobile e vuoi sapere se hai diritto ai nostri servizi riguardo l’auto sostitutiva, contattaci!

Danni da grandine: come aggiustare la nostra automobile

I danni da grandine sono fra le peggiori sorprese che possono accadere a un automobilista durante la bella stagione. Vediamo insieme come possiamo evitare spiacevoli sorprese o risolvere insieme i danni provocati da questo spiacevole fenomeno atmosferico.

Può capitare durante l’estate di lasciare parcheggiata l’auto per strada, senza un riparo e purtroppo può capitare, in questi periodi imprevedibili, che un violento acquazzone o una grandinata, danneggino il nostro veicolo. Le automobili sono molto spesso fra le prime vittime della grandine, con danni variabili. La dimensione della grandine può causare danni di diversa entità. I chicchi possono misurare da pochi millimetri fino alle dimensioni di vere e proprie palline da tennis! le dimensioni inevitabilmente saranno determinati per il tipo di danno sulla carrozzeria del nostro veicolo.

Perché è necessario riparare i danni?

La grandine può provocare gravi danni alle autovetture, in casi piuttosto seri anche la scheggiatura e la rottura dei cristalli. È importante controllare subito un’auto che ha subito danni in seguito a una grandinata.

è possibile che dietro a difetti estetici si possano nascondere problemi ben più seri!

I Bolli da grandine possono essere una vera e propria porta di accesso per l’acqua nella carrozzeria della nostra vettura. L’acqua può quindi portare a terribili problemi strutturali quali ruggine e ossidazione.

Problemi di infiltrazione possono essere dietro l’angolo. è quindi necessario che personale esperto controlli i diversi punti dell’auto sottoposti allo stress dell’impatto con la grandine. La deformazione della carrozzeria in seguito a questi micro-urti può infatti essere una causa per la mancata efficienza di tutte quelle parti dell’automobile che permettono una corretta impermeabilizzazione.

Dovremmo far controllare dalla carrozzeria l’autoveicolo periodicamente per evitare che indebolimenti causati da urti e dagli agenti atmosferici possano alterare nel tempo la resistenza

Contattaci per un controllo preventivo alla tua vettura o se purtroppo hai subito dei danni in seguito alla grandine.

Grazie alla nostra esperienza pluriennale e alle più moderne tecniche quei terribili bozzi saranno solo uno spiacevole ricordo.

Mercato Auto Usate: segnali positivi dal 2020

mercato auto usate

Il 2020 sembra essere un buon anno per il mercato auto usate. A giugno, infatti, sono arrivati segnali positivi da questo settore.

Mercato auto usate

Dopo alcuni mesi negativi caratterizzati dal lockdown, a giugno sembrano arrivare segnali di grande positività da parte del mercato auto usato. Il bilancio del mese di giugno, infatti, si è chiuso positivamente, con incrementi che sono addirittura a due cifre per le motociclette. I passaggi di proprietà delle autovetture sono cresciuti in particolare del 6,6%. Per ciò che riguarda i numeri nel dettaglio, ogni 100 vetture nuove, ne sarebbero state vendute 191 di usate nel mese di giugno. 183, invece, nell’intero primo semestre del 2020. Consideriamo, ovviamente, che nel primo semestre vi è stato il lockdown, che ha fermato il mercato auto usate e non.

Anche per ciò che riguarda le ibride a gasolio e le auto elettriche, il settore dell’usato si è comportato molto bene. Si è avuto un 154,3% in più di minivolture, con un 50,5% in più di passaggi netti per le auto elettriche. I numeri delle ibride a gasolio, invece, si attestano in 179% in più per i trasferimenti netti e in +205,6% per le minivolture.

Ricordiamo, inoltre, che il mercato del nuovo è ancora fortemente negativo, proprio per ciò che riguarda il lockdown. E’ vero anche che nel giugno 2020 si sono iniziati a registrare i primi risultati positivi anche per le prime iscrizioni. Le ibride a benzina hanno registrato il 94%, le auto elettriche il 132% in più, le ibride diesel il 28,4%. Se facciamo, invece, riferimento alle motociclette, le minivolture hanno effettuato un aumento mensile del 39,9% per i passaggi di proprietà.

Per ciò che riguarda il mercato auto complessivo in Europa, le previsioni ci parlano però di una possibilità di chiudere con un calo del 25%. Ovviamente è tutto da definire: le stime sono state effettuate da ACEA, cioè dall’associazione europea dei produttori di automobili. E’ possibile che le previsioni siano “sbugiardate” dagli incentivi che potrebbero arrivare.

Bonus Auto, ecco il maxi sconto: come funziona

bonus auto

Arriva finalmente il bonus auto 2020, con tanto di maxi sconto per rilanciare il settore automobilistico. Ecco come funziona.

Bonus Auto

La Commissione Bilancio alla Camera ha approvato l’emendamento che va a regolare gli incentivi che serviranno a rilanciare il settore automobilistico, così messo in ginocchio dal lockdown di marzo ed aprile.

Ci sono delle differenze rispetto al primo testo. La concessione del bonus auto, infatti, è vincolata al criterio delle emissioni: chi acquisterà, infatti, un’auto con un livello di emissioni superiori a 110 CO2 g/km non avrà diritto a nessuno sconto. Ricordiamo, inoltre, che gli incentivi di cui abbiamo appena parlato saranno in vigore dal 1 agosto fino al 31 dicembre 2020, senza nessuna proroga.

Per ciò che riguarda la rottamanzione di un’auto che ha più di dieci anni (con immatricolazione prima del 1° gennaio 2010), si ha il bonus per la’cquisto di una vettura nuova euro 6 entro la fine del 2020. Tutto ciò è, però, vincolato ad un qualcosa di particolare. Lo Stato, infatti, versa un contributo per l’acquisto di un veicolo ecologico, soltanto in presenz di uno sconto di almeno 2000 euro proveniente dal venditore. Ecco che il cliente avrebbe uno sconto effettivo di 4000 euro, qualora acquisti un’auto elettrica, oppure di 3.500 se l’aiuto ha emissioni comunque inferiori a 100 Co2 g/km.

Attenzione, però, anche al prezzo di listino. Il bonus auto, infatti, verrà concesso soltanto se questo prezzo (ad esclusione dell’Iva) sarà inferiore a 40.000 euro. Si può beneficiare del bonus anche se acquistiamo una vettura in locazione finanziaria. Per cui, in sostanza, quali auto dobbiamo comprare per beneficiare del bonus? La risposta è chiara ed univoca: solo le auto elettriche pure.

Chi acquista, quindi, un’auto elettrica pura che arriva ad un prezzo fino a 40.000 euro può beneficiare di uno sconto fino a 10.000 euro se rottama un usato con più di dieci anni, e di 6.000 euro senza rottamazione dell’usato. L’importo del bonus diminuisce se aumentano le emissioni.

Auto elettriche: ecco le vetture più veloci vendute in Italia

auto elettriche

Le auto elettriche sono vetture scelte da moltissimi automobilisti. Ma quali sono quelle più veloci vendute in Italia nell’ultimo periodo?

Auto elettriche

Tra le auto elettriche veloci più vendute in Italia, vogliamo annoverare alcuni modelli Tesla, Porsche, Audi, Jaguar, Mercedes, Ford e Kia. Il gruppo Tesla fornisce modelli molto veloci, tra cui la Model S, X, 3, Y. Che differenze intercorrono tra questi tre modelli? Il primo modello è una la berlina elettrica più veloce in Italia. Si raggiungono i 261 km orari e va da 0 a 100 in soli 2,5 secondi. Il listino parte da 100.990 euro. Il Model X è, invece, un suv elettrico con prestazioni da pista. La versione costa 106.990 euro e raggiunge i 261 chilometri orari. Ancora, il Model 3, che tocca i 261 chilometri orari ed è in vendita a 64.590 euro. Infine, la Tesla Model Y, con una velocità massima di 241 chilometri orari, con un costo di circa 71.000 euro.

Cambiando marca, si passa alla Posche Taycan. Nella versione Turbo S è proposta a 192.900 euro e raggiunge i 260 km di velocità massima. Ha un sistema che prevede un motore su ogni asse. Passiamo, adesso, all‘Audi E-Tron, nuova versione S della tedesca presentata recentemente. Riesce a raggiungere i 210 km orari, con uno scatto da 0 a 100 coperto in 4,5 secondi. Ancora non è disponibile il listino prezzi di questo modello.

Andando avanti nella nostra carrellata troviamo la Jaguar I-Pace, un suv a zero emissioni con un listino che va a partire da 81.390 euro. Raggiunge i 200 km orari di velocità massima, con uno scatto da 0 a 100 in 4,8 secondi. Interessante anche il modello Mercedes EQC, in vendita a partire da 78.700 euro. Riesce a raggiungere la velocità di 180 km orari, toccando i 100 in 5,1 secondi.

Per ciò che riguarda la Ford, presente tra le auto elettriche più vendute in Italia il modello Mustang Mach-E, versione più sportiva del crossover elettrico della stessa casa automobilistica. Costa 66.850 euro e può raggiungere una velocità massima di 189 km orari. Infine, ricordiamo la presenza della Kia E-Soul, con un motore da 150 km e che raggiunge i 167 km orari. Il listino è di 44.350 euro.