Bonus Auto, ecco il maxi sconto: come funziona

Arriva finalmente il bonus auto 2020, con tanto di maxi sconto per rilanciare il settore automobilistico. Ecco come funziona.

Bonus Auto

La Commissione Bilancio alla Camera ha approvato l’emendamento che va a regolare gli incentivi che serviranno a rilanciare il settore automobilistico, così messo in ginocchio dal lockdown di marzo ed aprile.

Ci sono delle differenze rispetto al primo testo. La concessione del bonus auto, infatti, è vincolata al criterio delle emissioni: chi acquisterà, infatti, un’auto con un livello di emissioni superiori a 110 CO2 g/km non avrà diritto a nessuno sconto. Ricordiamo, inoltre, che gli incentivi di cui abbiamo appena parlato saranno in vigore dal 1 agosto fino al 31 dicembre 2020, senza nessuna proroga.

Per ciò che riguarda la rottamanzione di un’auto che ha più di dieci anni (con immatricolazione prima del 1° gennaio 2010), si ha il bonus per la’cquisto di una vettura nuova euro 6 entro la fine del 2020. Tutto ciò è, però, vincolato ad un qualcosa di particolare. Lo Stato, infatti, versa un contributo per l’acquisto di un veicolo ecologico, soltanto in presenz di uno sconto di almeno 2000 euro proveniente dal venditore. Ecco che il cliente avrebbe uno sconto effettivo di 4000 euro, qualora acquisti un’auto elettrica, oppure di 3.500 se l’aiuto ha emissioni comunque inferiori a 100 Co2 g/km.

Attenzione, però, anche al prezzo di listino. Il bonus auto, infatti, verrà concesso soltanto se questo prezzo (ad esclusione dell’Iva) sarà inferiore a 40.000 euro. Si può beneficiare del bonus anche se acquistiamo una vettura in locazione finanziaria. Per cui, in sostanza, quali auto dobbiamo comprare per beneficiare del bonus? La risposta è chiara ed univoca: solo le auto elettriche pure.

Chi acquista, quindi, un’auto elettrica pura che arriva ad un prezzo fino a 40.000 euro può beneficiare di uno sconto fino a 10.000 euro se rottama un usato con più di dieci anni, e di 6.000 euro senza rottamazione dell’usato. L’importo del bonus diminuisce se aumentano le emissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *