Mercato auto, timidi segnali di ripresa a giugno

Sono molto timidi i segnali di ripresa del mercato dell’auto nel mese di giugno 2020, ormai volto al termine. Cerchiamo di saperne di più.

Mercato auto

I primi 25 giorni del mese di giugno sono stati caratterizzati da immatricolazioni in calo soltanto del 10.79%. Il mercato italiano dell’auto continua ad offrire grandissime occasioni, anche per superare questo momento di difficoltà economica. Le case automobilistiche, infatti, hanno effettuato grandi sconti e campagne eccezionali per risvegliare il mercato.

Dopo un marzo caratterizzato (per forza di cose) dal -85% delle immatricolazioni rispetto all’annata precedente e dopo un aprile quasi azzerato (-98%), si è poi registrato un maggio in lentissima ripresa, che si è attestato in un -50%. Giugno, adesso, sembra voler far tirare un sospiro di sollievo rispetto ai mesi precedenti. E’ possibile, in ogni caso, che molte delle registrazioni riguardino pratiche inevase durante le settimane di lockdown. Dal 1 gennaio al 25 giugno, il mercato ha complessivamente perso il 46,88%, pari a 534.516 unità.

Che cosa si prevede per i mesi futuri del 2020? Le previsioni, secondo le associazioni di categoria, si attestano intorno a 1,3 oppure 1,5 milioni di immatricolazioni, contro gli 1,9 milioni del 2019. Si tratta di un comportamento più che normale. Nel 2021, invece, è prevista una ripresa sotto i 13,6 milioni.

Per adesso non sono ancora arrivati i tanto agognati incentivi statali. Non vi è, infatti, nessun accordo politico che faccia mettere in moto il sistema. Almeno fino a settembre, non dovrebbero esservi novità in questo ambito. Per adesso, l’unica certezza sta nell’Ecobonus di cui abbiamo già parlato, per ciò che concerne le auto con emissioni di CO” sotto i 60 g/km. Ciò vale, quindi, per le vetture elettriche e per quelle ibride plug-in. Incentivo va dai 6000 ai 1500 euro, a seconda delle emissioni e delle rottamazioni di un’auto inquinante.

Piano piano si sta tornando alla normalità, come si evince da questi dati. Sono ancora lontani, però, i tempi pre lockdown, come si può ben capire. Resta il fatto che comprare un’automobile adesso non è mai stato così vantaggioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *