Mercato Auto Usate: segnali positivi dal 2020

Il 2020 sembra essere un buon anno per il mercato auto usate. A giugno, infatti, sono arrivati segnali positivi da questo settore.

Mercato auto usate

Dopo alcuni mesi negativi caratterizzati dal lockdown, a giugno sembrano arrivare segnali di grande positività da parte del mercato auto usato. Il bilancio del mese di giugno, infatti, si è chiuso positivamente, con incrementi che sono addirittura a due cifre per le motociclette. I passaggi di proprietà delle autovetture sono cresciuti in particolare del 6,6%. Per ciò che riguarda i numeri nel dettaglio, ogni 100 vetture nuove, ne sarebbero state vendute 191 di usate nel mese di giugno. 183, invece, nell’intero primo semestre del 2020. Consideriamo, ovviamente, che nel primo semestre vi è stato il lockdown, che ha fermato il mercato auto usate e non.

Anche per ciò che riguarda le ibride a gasolio e le auto elettriche, il settore dell’usato si è comportato molto bene. Si è avuto un 154,3% in più di minivolture, con un 50,5% in più di passaggi netti per le auto elettriche. I numeri delle ibride a gasolio, invece, si attestano in 179% in più per i trasferimenti netti e in +205,6% per le minivolture.

Ricordiamo, inoltre, che il mercato del nuovo è ancora fortemente negativo, proprio per ciò che riguarda il lockdown. E’ vero anche che nel giugno 2020 si sono iniziati a registrare i primi risultati positivi anche per le prime iscrizioni. Le ibride a benzina hanno registrato il 94%, le auto elettriche il 132% in più, le ibride diesel il 28,4%. Se facciamo, invece, riferimento alle motociclette, le minivolture hanno effettuato un aumento mensile del 39,9% per i passaggi di proprietà.

Per ciò che riguarda il mercato auto complessivo in Europa, le previsioni ci parlano però di una possibilità di chiudere con un calo del 25%. Ovviamente è tutto da definire: le stime sono state effettuate da ACEA, cioè dall’associazione europea dei produttori di automobili. E’ possibile che le previsioni siano “sbugiardate” dagli incentivi che potrebbero arrivare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *