SUV: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

SUV

Il SUV sta riscuotendo un enorme successo negli ultimi anni, in virtù del suo assetto rialzato, delle sue dimensioni capienti e del suo stile altamente apprezzato. Andiamo a vedere le caratteristiche di questa vettura insieme ai vantaggi più evidenti riscontrati dagli automobilisti.

SUV

Come specificato in precedenza, l’assetto leggermente rialzato rispetto a comuni berline e utilitarie, insieme alle sue dimensioni più capienti, corrispondono alle caratteristiche più amate dagli automobilisti alla ricerca di auto confortevoli ed esteticamente gradevoli. Il SUV, acronimo di Sport Utility Vehicle, nasce da accurate ricerche di mercato che hanno riscontrato come potesse essere profittevole unificare due modelli di veicoli totalmente differenti: berline e fuoristrada. La perfetta fusione di questi due modelli ha permesso di ottenere una versione molto apprezzata inizialmente soprattutto dal pubblico femminile, per poi espandersi anche ad un target prettamente maschile.

Vantaggi

I fattori che hanno determinato il successo di questa versione sono riscontrabili soprattutto allo staus sociale che sono in grado di conferire all’automobilista. Oltre a questo fattore pressoché intangibile, però, possiamo affiancare anche vantaggi concreti e visibili come la visuale ottima che sono in grado di fornire, grazie al loro assetto rialzato, l’ampiezza notevole del bagagliaio e l’estrema comodità dei passeggeri assicurata dalle dimensioni extra large della vettura.

Svantaggi

Oltre a fattori che possono sicuramente invogliare all’acquisto di un SUV, non possiamo non considerare anche gli svantaggi legati alla scelta di questa tipologia di versione. Innanzitutto i costi relativi sia al prezzo dell’auto, sicuramente di norma più elevato rispetto ad una berlina, e quelli relativi al mantenimento (bollo, assicurazione e carburante).

Oltre a questo fattore che viene spesso considerato, giustamente, dagli automobilisti, dobbiamo annoverare anche gli svantaggi relativi al parcheggio in virtù delle dimensioni considerevoli di queste tipologie di vetture. Come abbiamo visto, questo modello presenta vantaggi importanti, alcuni concreti altri meno, ma anche alcuni fattori che nel tempo hanno frenato la crescita delle vendite. Nonostante questo, però, il SUV rappresenta ancora oggi una soluzione molto apprezzata dal mondo automobilistico.

Cruise control: cos’è, a cosa serve e quali sono i vantaggi

Il Cruise control è tra le tecnologie più utili e richieste dagli automobilisti per via dell’estrema comodità e sicurezza che è in grado di offrire. Vediamo nel dettaglio cos’è, a cosa serve e quali sono tutti i vantaggi.

Cruise control cos’è

Il cruise control è un sistema elettronico che permette la regolazione automatica della velocità dell’autovettura. Questa tecnologia permette, quindi, di rilassarsi al volante evitando di mantenere il piedi pigiato sull’acceleratore durante viaggi lunghi e particolarmente provanti. Per ovvie ragioni, il sistema è particolarmente indicato per chi deve affrontare lunghi tratti in autostrada che richiedono una percorrenza a velocità pressoché costante.

Inoltre, un sistema più avanzato prende il nome di “cruise control adattivo“, grazie al quale è possibile mantenere la velocità invariata e, a differenza del sistema classico, permette di accelerare o frenare autonomamente senza fornire nessun tipo di input da parte dell’automobilista.

Cruise control come funziona

Questa tecnologia è compresa all’interno dei sistemi ADAS, acronimo di Advanced Driver Assistance Systems, ossia tutti quei dispositivi elettronici ideati per agevolare l’automobilista durante la guida in ambito di comfort e sicurezza. Il cruise control, in particolare, viene attivato tramite una levetta posta sullo sterzo e, dopo averlo fatto, permetterà all’automobilista di sollevare il piede dall’acceleratore mantenendo la velocità della vettura costante. Per disattivare il dispositivo basterà premere il pedale dell’acceleratore, del freno o della frizione.

Vantaggi

I vantaggi legati all’utilizzo di questo dispositivo elettronico sono innegabili, basti pensare all’estrema comodità di non dover mantenere il piede in tensione e, soprattutto, della sicurezza che il sistema può fornire all’automobilista in termini di minore probabilità di incidenti stradali.

Questa tecnologia, cosi come tante altre riscontrabili nelle vetture di nuova omologazione, è stata ideata principalmente per evitare stress e diminuire la probabilità dell’inevitabile “errore umano” che possa provocare incidenti soprattutto ad elevate velocità. Il sistema, ovviamente, è sconsigliato e pressoché inutile durante brevi viaggi urbani, in virtù della estrema frequenza con cui si tende a pigiare freno e frizione.